3Nov2015

Abito sposa: l’abito sari per una sposa equosolidale

Intervista alla stilista Cristina Invidia di Follemente sposa e scoperta del suo abito da sposa equosolidale

Arianna Zombini

 

Continuiamo la ricerca di abiti adatti alle Spose Bio con Cristina Invidia di Follemente Sposa. Dopo l'abito country vi presentiamo l'abito Equosolidale realizzato con un sari bengalese.

 

Cos'è il sari?

Il Sari è un indumento femminile di antica tradizione indiana. Si tratta di un tessuto lungo sei metri, solitamente in seta o cotone (dipende dalle regioni) che le donne indiane sanno avvolgere intorno al loro corpo con maestria ed eleganza.

I sari scelti da Cristina per le sue “folli spose” sono in una fresca garza di cotone interamente ricamata a manodalle donne di una cooperativa del Bangladesh. Unartista, dopo aver ideato il disegno, lo ricalca con carta copiativa su tutta la lunghezza del sari, pezzo per pezzo. Le donne poi ricamano a mano sul disegno tracciato.


 

Quale modello di abito per le spose che scelgono il sari?

L'abito col sari fa parte degli abiti destrutturati, cioè morbidi e senza corsetteria interna, almeno nella prima versione proposta da Cristina.

Ma svariati sono i modelli che si possono realizzare, come la versione strutturata con un corsetto interno dall’effetto snellente o un decolletè che valorizzi le forme, così come si può variare l’ampiezza della gonna e il disegno dei ricami.

L’abbinamento dei tessuti è importante: Cristina sovrappone il sari bianco ad un altro tessuto color tortora per risaltarne il meraviglioso ricamo.

La collanina è un accessorio che impreziosisce l'abito e può essere sfruttata in vari modi, a seconda del gusto della sposa: come una collana o come un diadema sul capo.

 

Perché equosolidale?

Con l'acquisto del sari si va ad aiutare la cooperativa "Banchte Shekha" (che significa "insegnare a sopravvivere"), di Jessore in Bangladesh, regione famosa per la qualità delle sue creazioni artistiche di ricamo. E' costituita da oltre 30.000 donne, con una situazione di vita difficile, che grazie al lavoro del ricamo si sostentano.

Attraverso la vendita di un abito realizzato col sari, Follemente Sposa vuole sostenere il lavoro minuzioso delle donne di Jessore e vuole mostrare come sia possibile realizzare abiti da cerimonia con tessuti semplici ma preziosi e originali.

Si parla da tempo di matrimoni solidali ma in realtà ci si ferma soprattutto alle bomboniere, mentresarà utile sapere che è possibile realizzare anche l'abito equosolidale e che la sposa può partecipare ad un importante progetto!

 

Ringraziamo Cristina Invidia di Follemente Sposa per averci raccontato e fatto vedere con entusiasmo i suoi capi e per averci messo a disposizione due foto della sua gallery. Per info e approfondimenti: follementesposa.it.

 

Vedi anche gli articoli:

L'abito da sposa bio-eco: sì, lo voglio!

L'abito country, tra divertimento e natura

cerca nel sito

GRATIS PER TE IL MEMO DELLA SPOSA BIO

Iscriviti alla newsletter e riceverai subito in regalo il Memo della Sposa Bio per aiutarti nei preparativi!

Cliccando su ISCRIVITI si accettano le condizioni sulla PRIVACY.

archivio

Leggi tutti gli articoli

pacchetti sposa

Trattamenti bio-eco per la sposa: viso, corpo, capelli

bomboniere

Prodotti cosmetici e alimenti bio in confezione regalo e bomboniera

Sposabio Bag

L'esclusiva borsa firmata dalle migliori stiliste dell'ecobio Italiano e da Alchimia Natura cosmetici ecobio, con tutto il necessario per il giorno del tuo matrimonio, per il tuo viaggio di nozze o per i momenti speciali. Idea regalo per un matrimonio, da regalarsi o farsi regalare!


sposa
bio-eco
ecologico
green
wedding
matrimonio
stress
lavanda
artigianato
anti-age

torna
indietro
sfoglia
archivio